News

LA PREVENZIONE DEL TUMORE ALLA PROSTATA


LA PREVENZIONE DEL TUMORE ALLA PROSTATA (AIRC)

Nel 2017 vi sono stati in Italia 34.800 nuovi casi di tumori alla prostata.
Nel corso della vita in Italia un uomo su 8 ha probabilità di ammalarsi di tumore alla prostata.
La possibilità di aver tumore alla prostata prima dei 40 anni son molto scarse, ma aumentano sensibilmente dopo i 50 anni.
Oltre agli 80 anni il 70% degli uomini ha un tumore alla prostata, anche se nella maggioranza dei casi a questa età il tumore non darà segni di sè.
Chi ha avuto in famiglia un parente con tumore alla prostata ha un rischio di ammalarsi doppio rispetto a chi non ha avuto nessun caso in famiglia.
Nelle fasi iniziali il tumore alla prostata non è sintomatico e può svilupparsi senza dare sintomatologia.
Fondamentale sviluppo nella prevenzione nella diagnostica è stato dato dalla misurazione con prelievo di sangue del PSA.
Pertanto è vivamente consigliato questo test del PSA dopo i 50 anni, che se alterato consiglierà tassativamente la visita urologica.
Ancor più tassativo anche prima dei 50 anni è il PSA, la visita urologica se in famiglia ci sono stati casi di tumore alla prostata.
A maggior ragione dopo i 50 anni se vi sono sintomi urinari è bene sottoporsi al test del PSA e alla visita urologica che proporrà approfondimenti diagnostici di sicurezza.

DOTT. A. BOLGAN (UROLOGO)


pubblicata il 23 maggio 2019

 
<
123456789 ... 
>
>>